I BRAVI RAGAZZI MEGASTAR - STAR
14.08.2006 - 30.06.2018

Ci è giunta notizia che Star se ne è andata. Star ha vissuto una bella vita, lunga e in grande compagnia. Gran parte di questa vita l'ha condivisa con sua madre Molly. Vpgliamo ricordarla con queste poche righe che ben raccontano uno stralcio di questa vita gioiosa...

LE RAGAZZE IRRESISTIBILI
La vita di Molly aveva subito una brusca accelerazione con l’arrivo di Star.
Prima di allora esisteva soltanto il solito tran tran ideale.
La giornata per sonnecchiare sulla porta di ingresso. Le domeniche per qualche piacevole passeggiata o qualche esposizione cinofila dove incontrare le amiche e le sorelle.
E le vacanze: quelle rilassanti vacanze al mare, sulle spiagge permesse anche ai quadrupedi oppure in montagna al fresco e soprattutto in buona compagnia. La vita sembrava non poter avere sorprese.
E poi era successo l’imprevedibile.
Prima l’incontro con Sluggo, uno splendido campione di sangue americano che l’aveva un po’ corteggiata ….poi quei due mesi di strane attenzioni da parte di tutti….e i cuccioli. Faticosi ma appaganti. Quanti baci, quanti giochi, quante emozioni….poteva bastare no? No, il meglio doveva ancora succedere.
Perché da quella cucciolata si è deciso di far rimanere a casa di Molly una piccola stellina dorata: Star.
Star è sempre stata molto sicura di sé. Molto indipendente. Molly la guarda con amore ma anche con un po’ di soggezione e di timore. Molly ha imparato a non sporcare in casa fin dai primi giorni, Star non si dà poi tanta pena: quando scappa …scappa.
Molly non tocca mai nulla che non le sia stato dato ufficialmente.
Star si aggira per la casa alla ricerca di qualche nuovo gioco.
Molly dorme solo nella sua cuccia ed eccezionalmente può salire sul divano …ma solo se vede la sua copertina preparata ad accoglierla! Star cerca i suoi compagni umani e si sistema dove può guardarli e godere della loro vicinanza.
Ma comunque sia Molly che Star diventano una forza della natura solo quando si muovono insieme.
C’è una complicità magica tra loro.
A dire il vero a condurre i giochi manco a dirlo è ancora una volta la piccola Star. E se Molly accetta … allora si salvi chi può!
L’altra sera a Molly è arrivato un nuovo gioco. Un bellissimo orso vestito da montanaro. Bello proprio bello e Molly ha iniziato il suo passeggio a coda alta con l’orso in bocca
A nulla è valso il tentativo di Star di partecipare al gioco. Per ben tre volte Star ha lanciato la sua pallina magica ai piedi di Molly per distrarla..Sarebbe stata disposta persino ad uno scambio alla pari ... pallina magica per orso montanaro.
Niente.
E poi Star ha abbaiato a lungo,ed è saltata ai lati della cuccia in cui Molly leccava compiaciuta l’orso paffuto.
Niente.
Alla fine Star ha dovuto sedersi di peso sull’orso per convincere la madre ad accorgersi di lei…ma è riuscita soltanto a farla arrabbiare… e per tutta la casa si è sentito soltanto il loro vociare !
Quando poi Molly accetta di “lavorare” insieme ..allora sì che è uno spasso.
Una domenica pomeriggio, superati i soliti rituali del pisolino dopo pranzo, stiracchiate più volte le zampe lunghe ed esauriti i rotolamenti vari sul prato…ci mancava un vero momento di gioco.
Gli umani latitavano e quindi occorreva farsi venire un’idea.
Quel carro in fondo al prato l’avevano osservato spesso. Se ne stava lì nel mezzo del passaggio e poteva servire soltanto ad appoggiarsi per prendere il sole. Certo se si fosse mosso da quella posizione poteva diventare un bel gioco.
Ma era tanto pesante.
Forse scavando intorno alle ruote si poteva fare qualcosa.
Star comincia il lavoro e Molly dopo averla osservata per poco…si aggiunge a lei.
Scava scava….il carro comincia a perdere stabilità. “Molly spostati! Abbaia Star” ed ecco il gioco è riuscito. Star e Molly corrono dietro al carro abbaiando festose! Il carro corre corre verso il fondo del prato e ….si fermerà al cancello?
Nooooooooo!!!!! Bello….ecco il cancello è spalancato!!!!!
“Potremmo scappare adesso”….
Ma il bullmastiff non è un cane fuggitivo. Star e Molly si sdraiano stanche e felici a fianco al carro che finalmente ha interrotto la sua corsa.
“Aspettiamo qui che tornino gli umani” pensa Molly… probabilmente si arrabbieranno un poco, ma sarebbe peggio se non ci trovassero … Ci vogliono bene e la cosa peggiore sarebbe l’averci perdute.”
Fine di una giornata di giochi… arrivederci alla prossima puntata !!!


 

 

 

BIG GEMS ATHENA
2.9.2010 – 14.4.2018

E stato tutto come in un film
Bambini pronti in macchina, partiamo, gita fuori porta.
Chiudiamo solo i cani nei box.
Anita dentro, Athena, Athena....
vieni, vieni....

Perché non viene? Ma dove?
Come sempre bisogna pregarla per muoversi
E dai vieni

Eccola lì, nel giardino che dorme... come sempre.

Ma no, non dorme, non respira, non si muove.
Ma qualche min fa correva, perché non ti alzi? Perche?
Un infarto? Un ictus?
Cosa è ???
Athenaaaa....
Il tempo si ferma.
Li di fronte a quel cane che sembra che dorme.
Nessun segno di sofferenza.
Athena non c’è più.
Lacrime cadono da sole, un pezzo di vita insieme.
Bisogna dirlo ai nostri tre bimbi che aspettano in macchina.
Un dramma.
Loro cresciuti con Athena.
Disperazione dei bimbi e lacerante.
Vedere loro che abbracciano loro cane che non si sveglia e un dolore folle. È guardano a noi nella ricerca di qualche parola che tutto è un brutto sogno.
Le nostre lacrime sono la risposta a tutto.
Lei un cane forte, testardo ma pieno di amore. Lei che era sempre un passo dietro ai bimbi. Lei che amava e voleva essere amata.
Meravigliosa.
Lei che ci ha fatto conoscere carattere dei bullmastiff.
Lei che era unica.
È adesso lei non c’è più.
È noi che non eravamo pronti a tutto ciò. Che la cerchiamo nei ricordi adesso.
Grazie Ati per questi meravigliosi 8 anni.
Grazie per tutto.
Ati... Ati....
E dai vieni....

Lidia, Simone, Giammy, Filippo e Natan

 

 

CORNERSTONE MAGIC LIGHT IN THE WOOD AT LEATHERNECK WOODY
1.7.2009 – 15.1.2018

E lo sapevo che sarebbe successo. E quante volte ho pianto senza motivo immaginando questo momento.
E adesso ci sono dentro.
Woody non c’è più. La casa è vuota senza di lui. La sua cuccia, i suoi giochi, le sue ciotole..e lui non c’è. Soltanto ieri mi è venuto incontro con il suo gioco in bocca, prima di ricordare il tremendo dolore che aveva, per poi accasciarsi stremato.
Per raccontare Woody ci vorrebbe un libro intero, tanto è stato unico per noi.
Così testardo e così affettuoso.
E dominante, ma infantile come un orsacchiotto.
E rigoroso, stoico, determinato.
Difficile da affiancare ad un altro esemplare perché intransigente, ma sempre con una motivazione indiscutibile. Ma tanto caro, protettivo, guardiano…..
Per me è stato il Bullmastiff perfetto.
E mi manca come mi mancasse il fiato.

Addio amore mio bello.

Nadia

 

I BRAVI RAGAZZI FADE TO BLACK
16.2.2011 - 5.2017

ARNOLD IL BULLMASTIFF DAL CUORE D’ORO

Pochi giorni fa abbiamo dovuto lasciar andare via il nostro amato Arnold. Un brutto male lo ha divorato in poche settimane e ci ha lasciati tutti sconvolti e senza parole.

Arnold è stato un “ragazzo” fortunato. Ha vissuto una bella vita in una bella famiglia ricca di amore, di umani che adorano i loro amici a quattro zampe e ricca anche di altri bullmastiff che hanno riempito ogni giorno della sua esistenza. E Arnold è stato un amico sincero per tutti. Un paziente e amoroso insegnante per la piccola Zoe che è nata da pochi anni. Un allegro compagno di giochi per le sue compagne di giochi Geisha e Ecstasy dolci e capricciose. Ed è stato soprattutto un valido compagno di vita per Angela e Stefano che mai potranno dimenticarlo e che faticheranno ancora a lungo ad abituarsi al vuoto che ha lasciato.

Arnold ti abbiamo amato e ammirato tutti noi della famiglia dei Bravi Ragazzi. E ti amiamo ancora… e questo sarà per sempre.

 

 

ROXIE
15.8.2003 - 27.1.2017

Ciao Nadia e Raffaele. Ieri è venuta a mancare un pezzo del nostro cuore e della nostra vita. Roxie ci ha lasciato... è un duro colpo, difficile da affrontare.
Vogliamo ricordarla come la ragazza paffutella e placida che è sempre stata, con le sue rughe morbidose e quel carattere magnifico che l'hanno sempre contraddistinta.
Aveva 13 anni e mezzo, un vero record per un bullmastiff, ma anche se la vecchiaia le aveva tolto un po' del suo spirito è stata sempre la stessa Roxie che conoscevate e che abbiamo amato al primo sguardo, fino all'ultimo.
Vi ringrazio per averci dato la possibilità di passare una parte della nostra vita con lei... é stato fantastico.

No longer by my side but forever in my heart.
See you at the bridge...

 

I BRAVI RAGAZZI JUMP FOR GLORY detto GED
15.9.2011 - 25.10.2016
 

GED IL PARRUCCHIERE DI TORINO


Quando Davide venne da noi ci raccontò che il suo desiderio maggiore era di poter tenere con sé il cucciolo durante le ore di lavoro. E dato che Davide ha un negozio di parrucchiere nel centro di Torino, il piccolo Ged divenne seduta stante IL PARRUCCHIERE DI TORINO.

Il suo era un talento naturale.

Accoglieva i clienti all’ingresso con fare gentile e li abbandonava subito dopo per affidarli alle cure di chi di dovere. Poi si sistemava accanto alla cassa, vicino all’uscita, e accettava con fare riservato le carezze e i complimenti che chiunque entrasse nel negozio sentiva il bisogno di fargli. Solo se Davide glielo consentiva espressamente si muoveva dalla sua posizione per assecondare le richieste dei clienti. “Non si deve mendicare una carezza…” gli aveva raccomandato Davide fin dal primo giorno, e Ged si atteneva agli ordini con fermezza. Ma ogni tanto buttarsi a pancia in su e sgambettare allegramente era una gioia immensa...

Questo è stato Ged e questo è quanto purtroppo ci hanno scritto ieri i suoi familiari:


Buonasera,ho voluto scrivervi per dirvi che alla fine anche lui ha attraversato il ponte dell'arcobaleno. In 5 anni abbiamo condiviso un amore straordinario. Martedi abbiamo dovuto prendere la decisione piu terribile perché dopo varie visite aveva un tumore tra il 4' e il 5' stadio. Ci hanno detto pur facendo chemio o cortisone avrebbe vissuto tra i 2 ai 4 mesi. TERRIBILE! Siamo rimasti io e mia moglie vicino a lui fino al suo ultimo respiro.
Ged e stato un cane straordinario...buono, grosso (75kg) ma nello stesso tempo delicato nelle sue azioni. Abbiamo un vuoto incredibile a casa. Il bullmastiff e una razza incredibile. Potrei scrivere all'infinito... Non credo che potremmo farne a meno di avere in casa un cucciolone. Specialmente adesso che abbiamo un bimbo di 7 anni che da un anno e mezzo è con noi (il sogno dell' adozione). Per noi Ged rimarrà il nostro primo figlio.


Ciao Ged !!!



 

 

 

I BRAVI RAGAZZI T-REX
27.6.2009 - 10.2014

Ciao T-Rex,

sono passati già due anni da quando sei andato nella stanza accanto...

La morte non e' niente

« La morte non è nulla. Non conta.
Io me ne sono solo andato nella stanza accanto.
Non è successo nulla
Tutto resta esattamente come era.
Io sono io e tu sei tu e la vita passata che abbiamo vissuto così bene insieme
è immutata, intatta.
Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora.
Chiamami con il vecchio nome familiare.
Parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato.
Non cambiare tono di voce,
Non assumere un’aria solenne o triste.
Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme.
Sorridi, pensa a me e prega per me.
Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima.
Pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza.
La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto:
È la stessa di prima,
C’è una continuità che non si spezza.
Cos’è questa morte se non un incidente insignificante?
Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista?
Non sono lontano, sono dall'altra parte, proprio dietro l'angolo.
Va tutto bene; nulla è perduto
Un breve istante e tutto sarà come prima.
E come rideremo dei problemi della separazione quando ci incontreremo di nuovo! » (Henry Scott Holland)

Death is nothing at all

«Death is nothing at all. It does not count.
I have only slipped away into the next room.
Nothing has happened.
Everything remains exactly as it was.
I am I, and you are you, and the old life that we lived so fondly together is untouched, unchanged.
Whatever we were to each other, that we are still.
Call me by the old familiar name.
Speak of me in the easy way which you always used.
Put no difference into your tone.
Wear no forced air of solemnity or sorrow.
Laugh as we always laughed at the little jokes that we enjoyed together.

Play, smile, think of me, pray for me.
Let my name be ever the household word that it always was.
Let it be spoken without an effort, without the ghost of a shadow upon it.
Life means all that it ever meant.
It is the same as it ever was.
There is absolute and unbroken continuity.
What is this death but a negligible accident?
Why should I be out of mind because I am out of sight?
I am but waiting for you, for an interval, somewhere very near, just round the corner. All is well.
Nothing is hurt; nothing is lost.
One brief moment and all will be as it was before.
How we shall laugh at the trouble of parting when we meet again!»


(Henry Scott Holland)


 

 

 

BURBERRY DU TERROIR DE FONTFROIDE detta LULU'
14.11.2006 - 3.4.2016

La piccola Lulù ha sempre avuto un carattere docile e gentile che le ha permesso di convivere senza screzi con tutte le nostre primedonne. E in questo modo si è guadagnata un posto in casa e le comodità migliori che la vita poteva offrirle. Lulù adorava stare sdraiata al sole anche con temperature al limite e le piaceva anche fare lunghe passeggiate senza corse eccessive. Modesta ma tenace non pretendeva mai niente con le brutte maniere, ma otteneva sempre tutto col suo fare docile. Madre premurosa ci ha regalato uno dei nostri più importanti bullmastiff: Nat King Kong. E ora i suoi geni continueranno a vivere nei nostri cani. Grazie Lulù per tutto l'amore e la gentilezza che ci hai regalato. Speriamo di avere in futuro tanti altri bullmastiff come te, belli e preziosi.

 

I BRAVI RAGAZZI NAT KING KONG
30.7.2008 – 13.1.2016


E purtroppo sono qui a parlarvi di Kong.
Non vorrei mai scrivere per questa pagina del sito , e mai avrei voluto dover scrivere qualcosa per ricordare Kong. Oltretutto è davvero troppo presto!
Ma Kong ci ha lasciati.

Ancora non ci credo. E’ stato così veloce il tutto, e così inaspettato.

Una mattina Kong era un po’ confuso. La testa un po’ storta e il fisico traballante. Lui che era l’emblema della forza e della potenza. Non avresti mai pensato di poterlo vedere insicuro sulle gambe. E per qualche giorno lo abbiamo accompagnato in questo suo stato, nella speranza che fosse solo un problema passeggero.
Ma nel nostro cuore sapevamo che non poteva essere niente di transitorio. Speravamo che almeno potesse trascorrere ancora un po' tempo con noi...
Ma Kong si è spento pian piano, nonostante le cure.
Se n’è andato il più dolce dei giganti buoni allevati nella nostra casa. Il più bello e più forte dei tigrati nati nel nostro allevamento.
Un bullmastiff emozionante.
Un amico caro e affettuoso. Aveva un senso dell’umorismo tutto suo. A volte la mattina quando si svegliava e aveva voglia di scherzare, mi accoglieva dondolando sulle sue forti zampe e cercando di spingermi con la testa per farmi vacillare…..e naturalmente riuscendoci! Poi si stirava, fingeva di non voler uscire in giardino e mi correva intorno facendo tremare il terreno sotto di lui….Questo per qualche minuto fino a quando si accorgeva che mi stavo spazientendo e allora docile si faceva accompagnare fuori scodinzolando….un amore ….come fosse un cucciolo scherzoso…..
Oh Kong quanto mi manchi! Non trovo davvero altre parole per dirtelo, c'è una grande ferita nel mio cuore che porta il tuo nome.

 

Ch. I BRAVI RAGAZZI MEGATON detto PACO
14.8.2006 - ottobre 2015

Il nostro splendido ragazzo Megaton se n'è andato. E' stato il primo figlio maschio di Sluggo in Italia. Bello e potente si è immediatamente affermato sui ring e ha conquistato il cuore di chi lo ha conosciuto. Ti abbracciamo forte Megaton, ci mancherai.

Ma meglio di noi potrà ricordarlo Lorenzo, il suo compagno di vita. Ecco quanto ci ha scritto:

"Cari Raffaele e Nadia, eccomi a scrivere poche righe per ricordare il mio Paco, vi allego anche una foto che testimonia il bel rapporto che aveva con Azzu ed Alle:
'"Il mio Amico mi ha lasciato, non lo vedrò più sdraiato con il suo fare sornione in mezzo al giardino di casa se non con lo sguardo rivolto verso i ricordi dei nove anni passati insieme. Prima di Paco ho avuto altri cani, lui non è stato, come si dice, il primo amore, ma insieme abbiamo vissuto esperienze per me nuove che mi hanno arricchito e hanno permesso di costruire un rapporto che va oltre quello che mi sarei potuto immaginare. Abbiamo viaggiato in giro per l'Europa, dormendo insieme in macchina uno affianco all'altro per raggiungere gli Show. Ma lui era felice quando stavamo insieme nella nostra intimità familiare, non amava i riflettori, non dava mai il meglio di se sul ring, ma nonostante tutto ha lasciato un segno forte durante il suo percorso agonistico. Ma oggi non voglio ricordarlo per le sue qualità fisiche, basta guardare una sua foto per comprenderne la bellezza tipica del bullmastiff, l'equilibrio che lo contraddistingueva, la forza mista all'eleganza che mi ricordava il passo austero dei leoni. Voglio ricordarlo per il suo modo di essere, il suo carattere, il suo equilibrio interiore, la sua calma serafica che, nel momento del bisogno, si trasformava in attenzione e pronta risposta agli stimoli, il suo savoir faire che conquistava tutti. Paco è cresciuto accanto alle mie bimbe, ha contribuito a renderle migliori e loro lo adoravano. Ne ha sopportato l'irruenza con una delicatezza disarmante che non ti aspetteresti da un bestione di 67 kg. Era fantastico vederlo prendersi le coccole delle mie tre principesse e continuare a chiederne con quello sguardo dolce che ad occhi inesperti sembrava triste. Ma purtroppo anche le belle favole hanno un risvolto triste che stiamo vivendo nel dolore della sua scomparsa. Spiegare la sua morte ad Azzurra e Allegra (Angelica è troppo piccola per capire) non è stato facile. Consolare il loro pianto quando gli ho detto che non lo avrebbero più rivisto non è stato semplice, ma questa è la vita. Anche per me, pensare che non lo abbraccerò più, che non si appoggerà più alle mie gambe in cerca di carezze, di un contatto mi comporta un grande sforzo per tentare di soffocare un'emozione che sale dal profondo del mio cuore e che non sempre riesco a controllare, come in questo momento, in cui una lacrima solca il mio viso in cerca di quella consolazione che nemmeno il tempo mi darà mai. Ciao Paco, ciao amico mio, sarai sempre nei nostri cuori e nei nostri pensieri."

 

MultiCh. Camilla
7.3.2004 30.4.2015


Certi ricordi racchiusi nella nostra mente, servono molto spesso solo a farci soffrire, ritornano in continuazione e senza tregua, lasciandoci tristi, con lo sguardo nel vuoto. Nessuno può capire perché un momento hai un leggero sorriso sulle labbra e il momento dopo ti scende una lacrima... i ricordi si rincorrono, uno dopo l'altro e in pochi minuti rivivi una vita. Addio per sempre mia cara CAMILLA l'ultima volta che ti ho stretto mi è crollato il mondo addosso, sapevo che quella sarebbe stata l'ultima, sapevo che mai più ti avrei rivista. Nessuno riuscirà mai a capire quanto importante sei stata per me e Valter, ti abbiamo voluto bene in maniera speciale, come vorrei sentirti abbaiare vederti dormire sul divano e venirti a fare un po' di coccole. Come vorrei accarezzarti, vederti correre in giardino e ringhiare un po' ad Emma. Addio per sempre mia cara CAMILLA sei stata grande, generosa, protettiva avevi una personalità speciale, riposa adesso fra Angeli e le stelle e non dimenticare mai quanto era grande il bene che io e Valter ti abbiamo voluto e per sempre te ne vorremo.

 

LEATHERNECK BLACK MAGIC INDY
4.7.2006 – 30.4.2015

Indy ci ha lasciati.
Ancora abbiamo difficoltà a descrivere quanto stiamo provando. Indy è stato un cane importante ma soprattutto un GRANDE AMICO. Una personalità straordinaria e una vitalità eccezionale. Chiacchierone e scalpitante era sempre protagonista. Se qualcuno veniva a trovarci non potevamo evitare di presentarlo ai nostri ospiti. Indy era il primo a raccontare la nostra storia e la storia dei nostri ragazzi.

Lo abbiamo amato e continuiamo ad amarlo in maniera davvero speciale.
E siamo fortunati perché la sua impronta rimarrà per sempre nei nostri ragazzi.
Grande grande Indy GRAZIE per tutto quello che ci hai regalato, GRAZIE per l’amore che ci hai donato, per la tua dolcezza e per la tua testardaggine. Grazie per il tuo grande coraggio e per la dignità con cui hai vissuto. Una dignità che spesso mi capita di pensare quanto sia raro riscontrare negli umani.

Ti abbracciamo forte Indy e si stringono a te tutti i tuoi figli e nipoti, bullmastiff fantastici e fortunati !

 

 

ATLAS DES JARDINS D'ATLANTIS detto ALFIO
un VERO BRAVO RAGAZZO

2005 - 2015

Abbiamo ricevuto con grande sconforto questo messaggio dei nostri amici.
Vogliamo condividerlo con voi e vogliamo dedicare ad Alfio un breve ritratto che ben lo racconta.

Ciao Alfio

"Lunedì 30 marzo Alfio si è addormentato e non si è più svegliato. Si è portato via un pezzo dei nostri cuori e della nostra vita.
Si potrebbero scrivere pagine e pagine su questi 10 anni passati insieme. Scorrono davanti agli occhi un milione di immagini, di momenti. finché le lacrime non offuscano tutto, e cadono, cadono, non smettono mai.
Grazie Amico, perché senza te sarebbe stato impossibile essere ciò che siamo. Sarai sempre con noi, sei stato un Bravo Ragazzo".

ALFIO E IL MAIALINO Jimmy


Quel maialino era stato l’ennesimo dono ricevuto dai suoi compagni di vita Titti e Alberto.
Non era morbido come il piccolo Teddy, né aveva voce come Bubu che suonava non appena Alfio se lo infilava in bocca... ma il maialino Jimmy era davvero bello.
Alfio lo stringeva “delicatamente” tra i denti e lo portava in giro con sé orgoglioso di possederlo.
E come suscitava gioia e allegria su chiunque glielo vedesse in bocca....
Bastava mostrarlo e Alfio diventava il centro dell’attenzione per tanto tanto tempo. Neanche quella volta che aveva strappato le viole del vialetto d’ingresso aveva guadagnato tanta attenzione e per tanto tempo...neanche quando aveva fatto cadere tutti i vasetti dal muretto... o quando aveva rosicchiato con cura il tappetino che Titti aveva appena comprato e sistemato davanti alla porta d’ingresso.
Jimmy garantiva scoppi d’ilarità, pacche simpatiche sulla testa e magari, quando c’era più pubblico, qualche bocconcino extra.
Alfio perciò sapeva sempre dove trovarlo. Lo trasportava in casa nelle ore notturne e lo lasciava fuori durante il giorno pronto ad essere esibito al momento opportuno.
Gli altri giochi perciò erano un po’ trascurati ma Alfio non li dimenticava certo... provasse qualcuno a toglierli da dove lui sapeva di poterli trovare... Sarebbe iniziata per lui una ricerca infinita fino a che non li avesse rimessi al loro posto.
Il vero problema però era la pioggia.
Sì perché se la pioggia bagnava i suoi giochi Alfio avrebbe dovuto rinunciare a portarli in casa. Titti non accettava oggetti bagnati sui divani o sul tappeto.
E quindi Alfio aveva sviluppato una vera e propria capacità di prevedere la pioggia.
La sentiva nell’aria - La prevedeva con tre quattro ore di anticipo e immediatamente correva a prendere ad uno ad uno i suoi giochi e a sistemarli al sicuro, vicino alla sua cuccia, in casa naturalmente.
E quando il pericolo era passato... tutto poteva tornare al suo posto: i giochi in giardino durante il giorno e in casa alla sera.
Non ci credete?
Chiedetelo a Titti e a Alberto. Se Titti deve stendere il bucato in giardino non ha che da tenere d’occhio il maialino Jimmy, che naturalmente è il primo ad essere messo al sicuro!

 


MultiCh. I BRAVI RAGAZZI BOTERO
18.7.2010 - 18.4.2014

 


BOTERO


Quando è nata è stata proprio lei a suggerirmi il nome.

Adoro Botero, il pittore, per i suoi eccessi generosi e amabili.

E ho immediatamente adorato Botero, la nostra splendida Botero, perché era una cucciola proprio così: generosa nelle forme e negli slanci e amabile, dolce ma un po’ riservata.

Botero ha sempre diviso gli animi.

Poteva non piacere a chi avesse gusti modesti. E Botero aveva personalità da vendere.

Le anime semplici diffidano sempre del diverso.

Ma se Botero incontrava qualcuno che apprezzasse i suoi pregi (e ne aveva tanti) questo qualcuno non poteva toglierle gli occhi di dosso e la portava dritto in cima… sopra ogni concorrente.

Ai Raduni di Razza il giudice più competente non aveva occhi che per lei.

Femminile.

Proporzionata.

Forte e importante.

Una testa indiscutibilmente perfetta.

E un carattere battagliero e fiero che ne ha fatto una regina.

Questa è stata Botero. Ha vissuto poco con noi strappata alla vita da un male inconcepibile, cattivo e veloce. Ma ogni volta che l’abbiamo incontrata ci ha regalato momenti emozionanti e indimenticabili.

Botero non c’è più, ma vive con noi nei geni della nostra grande famiglia di Ragazzi impareggiabili, e nell’amore di Federica e Alberto che l’hanno adorata e coccolata in questi magnifici anni vissuti insieme.
 

 


I BRAVI RAGAZZI OVERSEAS detto KAIL
14.5.2012 - 3.6.2013


ANCHE OGGI MI SENTO FELICE


Ricordo i miei fratelli, tanti e con loro ricordo giochi divertenti e appaganti. Le corse nel prato, le cadute casuali o volute per sorprendere gli altri. Il senso di gioia immensa nel morderci l’un l’altro senza farci male…..Questi sono stati i miei primi momenti felici.

Poi le carezze, le attenzioni di chi tutti i giorni si occupava di me. Che meraviglia quelle leccatine “rubate” e che piacere quelle parole dolci dirette a me….Sì ero proprio felice…

Poi le cose sono un poco cambiate. Non ho più trovato i miei fratelli ad attendermi, sono cambiate anche le persone intorno a me…ma in breve tempo mi sono accorto che tutto era esattamente come desideravo che fosse…avevo comunque i miei giochi, avevo tanti occhi che cercavano solo me durane il giorno…e stavo bene, crescevo …diventavo più forte….ma la sensazione era sempre simile….grande e appagante: mi sentivo felice!

Felice di correre…

Felice di mangiare queste cose buone…

Felice di stare sul divano con i miei compagni di vita…e di appoggiarmi a loro soddisfatto

Felice di sentirmi forte e invincibile…

Posso fare quello che voglio adesso. Sono grande, ho tanta energia nelle gambe e nel cuore…e mi sento felice.

Oggi per esempio vago per casa cercando qualcosa di davvero straordinario da fare. Gli altri non mi guardano, hanno altro per la testa…ma tanto io sono bravo a trovare cose da fare divertenti…ecco per esempio adesso vado in terrazzo perché ho sentito qualcuno che gioca e magari potrei unirmi a loro….sì ecco questa è proprio una bella cosa da fare….

Ecco …ecco che gridano e si divertono….qui in terrazzo mi hanno detto più volte di non appoggiare le mie zampe alla ringhiera…mi hanno raccomandato di non fare salti ….ma oggi è diverso…oggi non ho paura del vuoto…. non vedo al di là di questa tenda….e forse se mi impegno un poco….forse se uso queste mie forti zampe posso raggiungere i bambini che giocano al di là….li sento….e si stanno divertendo ….e anch’io sono felice di sentirli e sarò felice di giocare con loro…posso farlo….SI’.

Mercoledì 5 giugno Kail nel tentativo di raggiungere i bambini che giocavano in cortile, ha saltato la ringhiera del suo terrazzo al quarto piano….ed è volato giù: AL DI LA’ DELL’ARCOBALENO.

 

BUTTERFLY KISS detta PENNY
4.10.2004 – 1.6.2013

Grande e generosa Penny sarà una bullmastiff indimenticabile. Bella e fiera come una leonessa. Ha cresciuto i suoi cuccioli forti e sani. E ha lasciato un vuoto incolmabile nella sua famiglia adottiva. Ciao Penny corri libera …rimarrai per sempre nei nostri cuori. Ti salutano e ti abbracciano Anna, Mario e Francesco che ha avuto la fortuna di crescere al tuo fianco.

E ti stringiamo forte anche noi, Nadia e Raffaele, che ti abbiamo accudito nei momenti dei parti e abbiamo diviso con te gioie e fatiche delle tue ricche maternità.

Ciao Penny…

 

I BRAVI RAGAZZI ESTHER
19.04.2007 - 06.12.2012

OCCHI BELLI


La piccola Esther ci aveva stregati con i suoi grandi occhi belli. Se la guardavi ti fissava estasiata e non potevi fare a meno di coccolarla. Dolce e gentile ti seguiva docile in ogni gioco. Così da cucciola così da adulta.

Esther aveva il carattere ideale per una bullmastiff. In famiglia non la sentivi, non chiedeva niente per sé ed era sempre felice di partecipare alla vita del gruppo.

Ma era anche una grande protettrice….

A dispetto di tutti i dubbi: “chissà se farà mai la guardia…..Chissà se Esther all’occorrenza….” Esther un giorno dimostrò di essere MOLTO presente all’occorrenza…

La sua padrona, sola in casa, stava stirando in una giornata estiva, con le finestre aperte. Le finestre davano su un terrazzo ed Esther sonnecchiava ai piedi della padrona con lo sguardo distratto da qualche rumore proveniente dall’esterno.

Ad un certo punto Esther si alzò di scatto e saltando dalla finestra fuori in terrazzo incominciò ad abbaiare furiosamente rivolta verso il cortile.

Neanche a dirlo aveva un ottimo problema per comportarsi in questo modo! Appesi alle grondaie un paio di ladruncoli avevano tentato di salire sul terrazzo e soltanto l’intervento deciso di Esther li aveva costretti a rinunciare, anche velocemente…..

Esther naturalmente quella sera era stata accolta in famiglia come una vera eroina!!!!! E sicuramente aveva evitato alla sua padrona un brutto momento….

Ecco: oggi purtroppo Esther ci ha lasciati. Inutile aggiungere che i suoi cari sono nello sconforto più completo. Il vuoto che è rimasto dopo la sua scomparsa è davvero incolmabile. Rimangono per fortuna tutti i suoi figli belli e dolci come lei. Grazie Esther per questi anni trascorsi insieme! Abbiamo soltanto il rammarico che siano stati troppo pochi.


 

 

Jr. BISS
BISS
ITALIAN JUNIOR CHAMPION
EUROPEAN JUNIOR CHAMPION and BOB 2004
ITALIAN CHAMPION
ITALIAN TOP DOG JUNIOR 2004
BMCS Clubjugendsiegerin 2004
rTOP DOG 2004
INTERNATIONAL CHAMPION
SKUPM Clubsiegerin 2006
BMCS Clubsiegerin 2006
ITALIAN MOLOSSER CLUB CHAMPION 2006
EUROPEAN CHAMPION 2007
CROATIAN CHAMPION
SLOVENIAN CHAMPION
SWISS CHAMPION
VETERAN WORLD WINNER 2011

BLACKSLATE'S BRAVA RAGAZZA - TRINKA
23.1.2003 - 20.9.2012

TRINKA – I’M LEGEND

La velocità è sempre stata la condizione essenziale di Trinka.

La velocità con cui si stampava nella mente di chiunque la incontrasse. E nessuno poteva dimenticarla, Trinka aveva una personalità e una bellezza unica.

La velocità con cui intesseva i suoi rapporti con gli umani e con i suoi simili. Con lei era o amore o morte. Nessuna strada di mezzo. E così non aveva amicizie particolari in casa, con gli altri bullmastiff , ma aveva "delicate" convivenze con qualche femmina e decise posizioni con TUTTI i maschi. Con noi poi era dolce sì, ma solo Raffaele stava nel suo cuore in ogni momento. Se volevo che facesse qualcosa bastava ricordarle che Raffaele stava arrivando e agitata si predisponeva ad attenderlo. Adorava Raffaele e soltanto da lui si faceva convincere a fare qualcosa. Sono convinta che nel suo intimo fosse gelosa di me, antagonista.

La velocità con cui ha imparato a stare nel ring e a vincere. E quella con cui ha chiuso i campionati. I suoi campionati italiani, giovane promessa e campionato italiano, sono stati omologati nella stessa sessione dall’ENCI …..aveva vinto tutte le gare a cui si era presentata e chiuso il campionato italiano in meno di due mesi sovrapponendo le sue vittorie in classe libera a quelle in classe giovani... un fenomeno!

La velocità con cui si faceva nemici….e quella con cui soccombeva alle cattiverie a cui veniva sottoposta da qualche bullmastiff meno bella magari, ma sicuramente più decisa e guerriera. Quando si accorgeva che il nemico era più forte di lei, si lasciava punire senza resistere più….il suo rigore le comandava di morire piuttosto che gemere o scappare.

E infine la velocità con cui ci hai lasciati Trinka. Non ci hai dato neanche il tempo di abituarci all’idea. Sapevamo che c’era una scadenza. Dieci anni quasi…sono tanti… ma ancora una volta hai voluto decidere tu i tempi, il modo …senza lasciarci la possibilità di regalarti un rinvio…senza parole.

Trinka è stata una leggenda per noi e per il bullmastiff.
Nessuno che conosca questa razza può affermare di non conoscerla.
Nessuno la dimenticherà mai più.
E noi siamo stati onorati di crescerla e averla con noi per tanto tempo.
 

 

Ch.  MOLLY (CAMPIONE RIPRODUTTORE)
15.8.2003 - 4.8.2012

Ci sono cani in un allevamento che ne scrivono la storia senza dare nell’occhio, quasi in silenzio. Sono quelli che non incontri in esposizione, o almeno raramente li incontri… ma poi quando leggi i pedigree dei cani più importanti, ricorrono spesso…

Molly è stata uno dei questi cani per I BRAVI RAGAZZI.

Una cagnolina corretta, non appariscente, senza difetti. Perfetta nella costruzione scheletrica, bel colore, femminile, con un ottimo carattere equilibrato e con una predisposizione alla maternità quasi eccezionale.

Durante le gravidanze Molly aveva talmente tanto latte che continuava a nutrire i suoi cuccioli e a pulirli fino a dopo i due mesi….dispiaceva toglierglieli…

Molly ha avuto cuccioli dai nostri riproduttori più importanti. E con ciascuno di loro ha prodotto bullmastiff eccezionali: I BRAVI RAGAZZI MEGATON, I BRAVI RAGAZZI QUEEN OF THE NIGHT, I BRAVI RAGAZZI MEGASTAR e tanti altri…cani fantastici e tutti RIPRODUTTORI SELEZIONATI con anche e gomiti perfetti.

In più Molly è stata una bullmastiff eccezionale anche per la sua famiglia. Sorprendente cacciatrice di topi e furetti, guardiana fidata per la sua casa, e splendida compagna di giochi per sua figlia Megastar con la quale ha vissuto la sua bella esistenza.

Grazie Molly di essere stata con noi tanti anni …ti abbracciamo forte e speriamo di avere ancora GRANDI bullmastiff come sei stata tu!

 

 

IURI GAGARIN DEL BRANCALEONE
20.4.2001 - 20.6.2012


foto scattata durante il party per il suo 11° compleanno

IURI

Iuri Gagarin è stato il primo a nascere nella sua numerosa cucciolata. Nancy lo ha letteralmente sfornato fuori, all’aperto mentre cercava di organizzare nel sottoscala il suo nido ideale. L’ho trovato così abbandonato sull’erba, senza placenta…sembrava un topone di campagna…
Ricoverata in casa la mamma, ho provato ad avvicinarlo a lei…ma il tono brusco con cui Nancy si è rivoltata mi ha fatto desistere.
Iuri ha conosciuto subito le difficoltà della vita.
Ma a parte l’inizio avventuroso, la vita di Iuri è stata lunga e colma di piaceri.
Una bella famiglia numerosa ad accoglierlo e tanti gatti a difenderlo.
Iuri era dolce come un bambino viziato, grande e tigrato destava timore al primo sguardo ..ma poi tutti si lasciavano conquistare dai suoi modi garbati.

Durante le feste dei suoi padroncini, stracolme di bambini urlanti, Iuri partecipava divertito alle corse e alle mangiate in giardino…. felice…. e adorabile.

Ti abbracciamo tutti, dolce tigrotto!!!!!

 

 

ANGEL FACE DES JARDINS D'ATLANTIS
nata 29.09.2005 - 13.06.2012



ANGELINA.
La nostra Angelina ci ha lasciato.

Con Angel perdiamo una parte importante della nostra storia. Selvatica come un puma Angel dominava la vita del nostro allevamento dal giorno stesso in cui è arrivata, dalla Francia.
Figlia di Rusty, Angel aveva una personalità speciale. Speciale è stata quando “ha deciso” di accoppiarsi a Niki il suo amore promesso, e a dispetto di tutti i nostri conteggi relativi al suo calore è rimasta incinta di ben 4 cuccioli meravigliosi. Speciale quando fronteggiava Trinka a testa alta …ed eccezionale davvero per come cresceva i suoi cuccioli.
Le piaceva averli intorno nella cuccia e li spostava come una gatta per coccolarli e leccarli. Se c’era la televisione accesa si fermava a guardare le immagini e invitata i piccoli a fare lo stesso con spinte leggere.
Angel ci ha rapiti con il suo carattere forte e dolcissimo.
Ci mancheranno i suoi dispetti e le sue manie. Quante copertine hai divorato Angel?
E le sue moine ….sembrava quasi facesse le fusa con un felino….
E ci mancheranno i suoi grandi occhi neri, spalancati a fissarti e a chiederti di dedicarle qualche minuto per sentirsi accarezzata..…

Già ci manchi ….. Angel!

 

 

ATTILA detto RANDALL
nato il 06.10.2004 - 29.05.2011

L'abbiamo chiamato Attila perchè aveva un carattere deciso e forte.
Attila era rosso come il fuoco e soprattutto grande come papà Rusty,
Si distingueva nella cucciolata per il modo deciso e maschile con cui risolveva i suoi primi problemi di vita con i fratelli. Ma poi era dolce e solare ...
Ha vissuto bene il nostro adorato diavoletto, circondato dall'amore che la sua famiglia adottiva gli ha regalato.
E purtroppo ci ha lasciati troppo presto.
Anche Attila ha dimostrato quanto possa essere unico e indescrivibile il rapporto che un bullmastiff sa creare in famiglia.
Grazie ad Antonella e a tutti i suoi cari per tutte le attenzioni che avete riservato al nostro RAGAZZO d'oro

 

 

IARDA DE AGAFA L'ASE
nata il 20.6.2002 - 22.2.2011



Un carattere vivace e solare.
Forse un po' selvatica, predatrice. Nei giochi amava correre veloce e inseguire i suoi sogni di libertà. E trasmetteva questo suo fare al branco... Ma era rispettosa delle gerarchie del suo branco e aveva un equilibrio davvero speciale.
L'aspetto più eccezionale di Iarda è stato il suo essere fertile e madre in modo così totale. Ha dato alla luce due cucciolate in casa nostra. La prima di 17 cuccioli e la seconda di 14. Mai più ci capiterà una madre così. E dopo il parto era davvero speciale il suo dedicarsi totalmente alla crescita della prole. Adorava i suoi piccoli. Certi giorni dimenticava di uscire o di mangiare per non lasciarli...
Ha avuto la fortuna di vivere tutta la sua vita in compagnia di uno dei suoi figli, Blackbear. Tutti i giorni lo ha leccato amorevolmente, tutti i giorni fino al suo ultimo giorno.
Iarda ti abbiamo voluto bene in tanti... Sei stata comunque una bambina fortunata... E fortunati siamo stati tutti noi che abbiamo goduto della tua compagnia.
Grazie anche e soprattutto a Michela e Luigi che hanno condiviso gran parte della vita di questa indimenticabile bullmastiff.
Ciao Iarda! Ti abbracciamo con forza! Dai un bacio al tuo grande amore Ivan anche da parte nostra...
 

 


MultiCh. Dox N Canas Cowboy "Rusty"
nato il  18 01 2000 - 19 10 2010
 

Un ultimo saluto a Rusty.


Ti abbiamo voluto bene in maniera speciale Rusty. Sei arrivato per primo dall’America con tutte le speranze che
riponevamo in te. E sei stato una grande sorpresa! Perché sei stato un cane dolce, adorabile, paziente, affettuoso,
partecipe, solidale, generoso… Perché non abbiamo mai sentito la tua voce.Perché sei stato bello come il sole e TUTTI ti hanno ammirato, sempre… Perché sei stato un grande amante per le tue femmine e ci hai regalato tanti eredi fantastici!

E partendo dai tuoi eredi abbiamo costruito cani sani e forti come te. E generosi come te. E simpatici e adorabili come te.

Quasi 11 anni insieme sono volati. Avremmo voluto moltiplicarli all’infinito: ci hai accompagnato in tanti momenti indimenticabili… La nostra vita è cambiata da quando sei arrivato tu.

E non potremo mai dimenticarti. Nessuno potrà dimenticarti.

Vorremmo abbracciarti e rimanere abbracciati con te per tanto tanto tempo..

Ciao Rusty

 

MULTICh. OAKRIDGE MEGA WATT
27.09.01 - febbraio 2010
 

 
Sluggo e Orso
Sluggo e Indy
 

GRAZIE SLUGGO!
Con Sluggo abbiamo avuto l'onore di possedere un bullmastiff americano, vero emblema del bullmastitf americano da show e da riproduzione !
Il suo pedigree è una somma di leggende. E lui fisicamente era così come tanti allevatori nel mondo sognano di avere il bullmastiff ideale. Statuario e imponente.
Aveva difetti?
Certo!, nessun cane non ne ha... ma la sua costruzione era quasi perfetta. Una testa importante, un buon morso, un fisico robusto con angoli eccezionali. Un movimento equilibrato e grande spinta sul posteriore.
Un bullmastiff emozionante!
Lo abbiamo portato in Italia nel 2005 quando aveva quattro anni e un campionato americano a suo carico.
Entusiasti di lui lo abbiamo iscritto alle esposizioni italiane convinti di ricevere i giusti apprezzamenti che un cane di tal valore doveva ottenere.
Ma in Italia Sluggo non era apprezzato. Per di più era oggetto di critiche col tentativo davvero sgradevole di messa in ridicolo da buona parte degli "intenditori" della cinofilia italiana.
Quelli che guardano un pelo di troppo e non vedono quanta meraviglia, perfezione e costruzione miracolosa un cane sappia contenere.
Cinofilia rassegnata a premiare "soddisfatta" cani mediocri ma, a detta loro, "senza difetto"...
E allora mi chiedo: A cosa serve la cinofilia?
La Cinofilia Ufficiale recita che ogni risultato espositivo serve ad apprezzare ed esaltare le qualità espresse da un esemplare che corrispondano a quelle che lo standard della una razza richiede. Qualità che devono poi essere trasmesse dall'esemplare in questione. E tanto più un esemplare è capace di trasmettere proprio questo bagaglio prezioso, tanto più questo esemplare ha valore e quindi di conseguenza deve essere premiato.....
Oakridge Mega Watt si è riprodotto nel mondo tante e tante volte. Prima in America e poi in tante nazioni d' Europa.
Allevatori lo hanno richiesto per la riproduzione.
Il suo seme congelato è arrivato fino in Australia.
E nella maggior parte dei casi ha prodotto bullmastiff con le sue caratteristiche. Belli, di struttura forte e sani e con buon carattere.
E le esposizioni?
Be', a dire il vero una Riserva Campione del Mondo nel 2006 ha valorizzato non poco il suo palmares. E anche un paio di campionati in Europa.
Ma ci credereste?
In Italia Oakidge Mega Watt non è campione. Se avessimo continuato a ripresentarlo lo avrebbero volta dopo volta sotterrato con frasi inutili e offensive.
Ce ne dispiaceva molto e per questo abbiamo deciso a suo tempo di non accettare queste condizioni.
Ora Sluggo ci ha lasciati.
Con dignità e in silenzio come ha vissuto sempre.
Al momento opportuno ha chiesto di uscire, si è disteso al sole e mi ha guardato. Mi sono stesa vicino a lui e abbiamo aspettato insieme l'attimo finale. Quando si è spento ha perso la rigidità che il dolore trasmetteva al suo viso ed è tornato ad avere la bella faccia che offriva spesso ai piccoli morsi dei suoi cuccioli. Lo sguardo ormai lontano.
Grazie Sluggo.
Grazie per essere vissuto con noi e averci insegnato come si comporta un vero maschio alfa. Per il tuo rigore e per il tuo equilibrio.
Abbiamo sentito la tua voce forse solo due volte in tanti anni. Con te non c'era bisogno di parlare, bastava uno sguardo per capirsi. Sluggo incrociava raramente il nostro sguardo ma se lo faceva state certi che ce n'era motivo.
E grazie per averci regalato tanti tesori:
MULTICh. BLACKSLATE'S BRAVA RAGAZZA - TRINKA due volte campionessa d'Europa, oltre che Campionessa Italiana, Internazionale, Svizzera, Sociale, Croata, Slovena. Riproduttore selezionato ENCI e Best in Show in Raduni di razza.
MULTICh. I BRAVI RAGAZZI MEGATON - PACO Campione Italiano, Internazionale, Sociale - Best in Show - Riproduttore selezionato ENCI
Ch. LEMABULL NEEDLE IN HEART - SHISKA Campionessa Italiana, vice Campionessa del Mondo 2009
Ch. I BRAVI RAGAZZI HONEY MOON - Campionessa Italiana - Best in Group.
JCh. BURBERRY'S DU TERROIR DE FONTFROIDE - Giovane Campionessa Italiana, Riproduttore selezionato ENCI
I BRAVI RAGAZZI FABULOUS FRIEDA Riproduttore selezionato ENCI
I BRAVI RAGAZZI ESTHER Riproduttore selezionato ENCI
I BRAVI RAGAZZI MEGA STAR Riproduttore selezionato ENCI
MultiCh. I BRAVI RAGAZZI NAT KING KONG Giovane Campione Sociale, Italiano e di San Marino
JCh. I BRAVI RAGAZZI QUEEN OF THE NIGHT Giovane Campione Sloveno BIS Juniores
e poi tutti tutti i nostri fantastici ragazzi che hanno avuto la fortuna e l'onore di avere il grande SLUGGO nel loro pedigree!
Ti vogliamo bene Sluggo!
Addio.

 

 
BARFLY detto LOTHAR
Nato il 04.10.04 - 12.01.10
Padre/Sire MultiCh. Dox N Canas Cowboy Rusty
Madre/Dam Iarda de L'Agafa L'Ase
 
 

Perdere un compagno di vita che ti ha dato tanto è un dolore indescrivibile.
L'angoscia, la lacerazione che ti scava il cuore e la disperazione per l'impossibilità di dare rimedio a quel che accade.
Chi ha provato tutto questo non può evitare di soffrire ogni volta che riporta il pensiero al proprio amico perduto.
Ma penso che ci sia un dolore ancora più devastante ed è quello di chi sa che il proprio amico se n'è andato per un errore umano.
Non possiamo avere certezza relativa ai motivi che hanno portato a tutto questo. Se c'è stata mala fede, o solo inesperienza.
L'unica cosa certa è che due mesi fa il nostro ragazzo stava bene e nessuno avrebbe potuto immaginare quello che sarebbe successo.
Riportiamo qui di seguito la lettera che ci è arrivata dalla sua famiglia e salutiamo Lothar con amore immenso.

"E' con grande dolore che la mia Famiglia Vi comunica la morte di Lothar.
Dopo una settimana di grandi sofferenze questa mattina alle ore 7,45 si è spento il nostro e unico "Cucciolone".
Verso la fine di Novembre Lohar ha subito uno strappo nella zampa ant. sx. con relativo versamento (in pratica aveva una sacca di liquido) allora Francesco (mio figlio e padrone di Lothar )
i primi giorni di Dicembre lo ha portato dal Veterinario che gli ha prescritto una compressa al giorno di "Previcox" per una settimana senza gastroprotettori ; a questo punto Lothar ha iniziato a non mangiare con appetito e ogni tanto a vomitare.
Ritornati dal Veterinario ha prescritto Ranidina, Baytril, Plasil e Maalox , ma le cose non sono migliorate anzi rapidamente e drasticamente peggiorate.
Gli è stata fatta un'ulteriore visita con eco...a questo punto il 7 Gennaio sono andato da un'altro Veterinario, specialista Omeopata, che mi ha subito ipotizzato un'intossicazione da farmaci con conseguenze a organi ecc ecc.
Mi ha fatto sospendere tutti gli altri farmaci del precedente Veterinario e iniziato la cura con prodotti omeopatici e flebo di vario genere, ma purtroppo Lothar era troppo debilitato e non mangiava più e vomitava di continuo sino a questa mattina!!!

Purtroppo tutte queste considerazioni sono state fatte "troppo tardi" e spiegate dal Veterinario Omeopata, il quale ci ha dato un sito in internet dove parlava di " Previcox " indicato come prodotto a rischio e pericoloso sino anche alla morte se usato soprattutto senza gastroprotettori che ha provocato la morte ad altri cani anche con dosi minime.
Lothar era un cucciolone magnifico che ci ha lasciato un vuoto incolmabile!!!"

 

 

I BRAVI RAGAZZI NO NO NANETTE
nata il 30.07.08 - novembre 2009
Padre/Sire MultiCh. Leatherneck Black Magic Indy
Madre/Dam Burberry's du Terroir de Fontfroide

 
 

SOLO UN GIOCO


Con Maja, la giovane rottweiler, Nanette, instancabile, improvvisava giochi da sempre.,
Appena si trovavano era un continuo rincorrersi festose, saltando e sfrecciando fianco a fianco per tutto il giardinetto.
Persino i passanti si fermavano ad osservarle sorridendo. Una forza della natura e una gioia per gli occhi!
Una volta esaurite un po' di forze nella corsa si passava al corpo a corpo.
Abbracciate nel prato Maja e Nanette diventavano quasi un solo cane.
E poi ecco il più bello: tu stai sotto e fingi di subire la mia aggressione. Io ti mordo le labbra, le orecchie, il collo... così senza farti male e tu non ti ribelli, muovi solo la testa per evitare i miei colpi e magari abbaiamo anche un po' per rendere la scena più divertente e terrificante insieme....
Dai!! facciamolo......
Ecco ora tocca a me star sotto...Mordimi, guarda come sono veloce a schivare i tuoi dentini....
Ecco fatto. Ah! Ah!... Non mi hai presa!
Ma quel giorno i dentini di Maja si sono infilati nella maglia del collare di Nanette.
Al momento nessuno si è accorto di cosa stava accadendo.
Né i cani che hanno continuato a rigirarsi nel gioco... né i padroni che ridendo seguivano le fasi della lotta che oramai conoscevano bene.
E Maja ha cominciato a sentire dolore al muso, la mandibola stretta nella maglia del collare. E per liberarsi ha cominciato a tirare, e poi a rigirarsi. E con Maja anche il collare ha cominciato a rigirarsi intorno al collo di Nanette che a terra è passata dalla frenesia del gioco alla paura che arriva quando ti manca il fiato per respirare.
Quando hanno cominciato a tentare di liberare i cani dal groviglio di ferro e sangue che velocemente stava facendo precipitare la situazione... era troppo tardi.
Era solo un gioco... ma Nanette non lo ripeterà più.
Un destino maledetto: se quel giorno l'avessi tenuta a casa... se l'avessi portata in un altro parco giochi... se le avessi tolto il collare prima di farla giocare...
Chissà... certo...
Ma purtroppo non c'è una seconda occasione. Nanette aveva solo sedici mesi.
Dolce principessa continua a correre libera nei prati del cielo, gioca e divertiti ... DA ORA E PER SEMPRE SENZA COLLARE.

 

IL RE CI HA LASCIATI
MultiCh.
IVANHOE del BRANCALEONE

M - rosso
nato il / born on the 20 04 2001
* Novembre 2007 / November 2007
Padre / Sire Ch. Dox N Canas Cow Boy Rusty
Madre / Dam Nenci del Brancaleone

 

E NON E’ UNA FAVOLA


Quel giorno Ivan si svegliò con un forte torcicollo.
O perlomeno questo sembrava quel dolore acuto che lo obbligava a tenere abbassato il suo imponente testone.
All’inizio non abbiamo dato grande importanza a quel dolore.
Un nervo accavallato...un reumatismo....forse un movimento falso...ma il dolore non accennava a diminuire e soprattutto l’umore di Ivan diventava sempre peggio e conoscendo la sua proverbiale stoicità, cominciammo a preoccuparci.
Dal veterinario decidemmo qualche esame per escludere i malanni peggiori e cominciammo un uso leggero di anti-infiammatori per cercare di addomesticare il dolore.
Nel frattempo Morgana la femmina che avevamo deciso di accoppiare con Ivan era entrata in calore e incominciava il conto alla rovescia per il loro accoppiamento.
Facemmo una serie di radiografie a Ivan ipotizzando la possibilità di un’ernia che provocasse tanto fastidio, ma non si evidenziò nulla.
E i giorni cominciavano a essere tanti dall’inizio del fatto.
Finalmente arrivò il giorno dell’accoppiamento con Morgana. Per la verità il giorno buono sarebbe stato l’indomani, ma è sempre meglio ripetere un accoppiamento per essere sicuri dell’esito, e quindi decidemmo di accoppiarli anche il giorno prima.
Ivan scese dalla macchina eccitato e felice anche se sempre molto infastidito dal dolore persistente.
E si accoppiò, ma con una certa fatica.
Lo riportai a casa e notai che accusava un nuovo disturbo all’anteriore sinistro. La sera il dolore divenne davvero insopportabile e decisi che l’indomani non avrei ripetuto l’accoppiamento per non creargli ulteriori motivi di stress.
Sarà per un’altra volta pensai.
Ci consultammo con i veterinari e decidemmo di fissare per Ivan una risonanza magnetica.
L’esito fu una catastrofe.
Ivan aveva un grosso sarcoma che schiacciava il midollo . Presto sarebbe rimasto paralizzato. I dottori si domandavano come facesse ancora a camminare.
Un intervento chirurgico sarebbe stato molto invasivo e data la gravità della malattia non avrebbe regalato ad Ivan tanto tempo da vivere. La qualità poi di questa vita sarebbe stata sicuramente molto discutibile.
Decidemmo quindi di aiutarlo soltanto con i farmaci.
Ivan reagiva ai farmaci con la forza di un leone arrabbiato. Mangiava con grande appetito quasi per combattere quella debolezza che lo attaccava giorno dopo giorno.
E miracolosamente Ivan riprese a camminare, a trottare ...tornò con noi a passeggiare nei boschi.
L’umore non era il suo solito, bisognava sopportare i suoi momenti neri e soprattutto Rusty, suo padre, era l’oggetto della sua furia quando era frustrato dalla situazione. Ma poi tornava a scherzare quando l’effetto del cortisone lo riportava in vita. Allora cercava Rusty e gli leccava il viso e le zampe, quasi a dirgli “sono sempre il tuo piccolo Ivan, non credere....”.
Nel frattempo a Morgana fu fatta un’ecografia per verificare se fosse incinta. E purtroppo l’ecografia non evidenziò nulla.
Una mattina Ivan non si alzò come al solito.
Rimase in un angolo della cucina con la testa rivolta al muro.
Ivan ha sempre avuto un carattere introverso: spesso per evidenziare il suo stato d’animo metteva la testa verso il muro e non ti guardava negli occhi.
“Ivan, cosa c’è??” gli chiesi e lui mi guardò con gli occhi perduti.
Capivo che aveva difficoltà ad alzarsi ma non volevo pensare fosse finita.
Preparai le ciotole e con sollievo lo vidi trascinarsi verso la porta d’uscita.
Forse non era ...
Ma quella fu l’ultima volta che Ivan varcò quella porta.

Qualche giorno dopo seppi che Morgana aspettava un cucciolo.
Considerato che l’accoppiamento avvenne un giorno in anticipo rispetto ai livelli di progesterone di Morgana, molto probabilmente questo cucciolo sarebbe stato una femmina.

Ma era un maschio.
E’ nato il 20 di novembre e Ivan era nato il 20 di aprile.
La lettera dell’alfabeto di questa cucciolata doveva essere la I come Ivan.
E Ivan è tornato.

 

Ch. Italiana
ANNABELLE

F - nata / born on the 6.1.04 * Luglio/July 2007
Padre / Sire  MultiCh. DOX N CANAS COWBOY RUSTY
Madre / Dam Iarda de Agafa l'Ase

PER ANNINA


Annina è stata una bullmastiff molto amata. Prima di tutto da Raffaele e da me stessa: quella di Annina è stata una delle nostre cucciolate più sorprendenti, innanzitutto per il numero dei cuccioli: 17. Una cucciolata desiderata, sofferta e adorata.
E Annina era bella e solare! Languida e felina come la madre, Iarda, e onesta, massiccia come papà Rusty.
56 chili di muscoli, di dolcezza e di intelligenza.
Campionessa Italiana di Bellezza.
Ha colmato la sua famiglia di gioia e di motivi di orgoglio.
Ma Annina ha fatto la passeggiata sbagliata nel giorno sbagliato.
Un MOSTRO, di quelli che trovano giusto ed eccitante seminare bocconi avvelenati per fare razzia di poveri animali sfortunati. Annina l'ha trovato sulla sua strada.
Addio povera bambina felice.
I bullmastiff non hanno paura di niente si sa, ma la cattiveria umana non si può combatterla perché è gratuita e feroce.

 

Nenci del Brancaleone
F - tigrato / brindle
nato il /
born on the 28 09 1997 * 14 08 2006
Padre / Sire Cicero del Brancaleone
Madre / Dam Panna del Brancaleone

PER NENCY


Il 14 agosto 2006 la nostra adorata Nency ci ha lasciato.
Durante i suoi nove anni di vita Ë sempre stata il ferreo capobranco della nostra famiglia di bullmastiff.
Fiera e rigorosa ha guidato ogni bullmastiff che è entrato nella nostra casa nella sua formazione. Rispettata e temuta da femmine e maschi, è sempre stata un esempio di come un bullmastiff sappia essere dolce e integerrimo insieme.
Piccola grande Nency tutti i Bravi Ragazzi intonano un lungo straziante ululato in tuo onore.

During her nine years of life, she always has been the leader of the pack in our family.
Respected and feared by both females and males, she's always been an example of how a Bullmastiff knows how to be sweet and of the utmost integrity at the same time.
Small, big Nency all I Bravi Ragazzi tune in and sing a long, heartrending wail in your honor.

 

 


chiudi - close

Web site created by - Cani Campioni - Dog Web Design - © 2002-2014
   I Bravi Ragazzi - All rights reserved

Sito certificato con deposito di Diritti d'Autore emesso dal Copyright Depot International © n° 00035539